Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player


Newsletter 03.2016

Posted on 19 settembre 2016

L’organo masticatorio è il sistema motorio più complesso del corpo umano

I movimenti che possiamo compiere con la nostra mandibola sono molti e si compiono nelle tre direzioni; come si possono registrare questi movimenti per permettere all’articolatore di riprodurli?

Le registrazioni che si possono effettuare nella bocca sono sostanzialmente di due tipi:

-Registrazioni statiche;

-Registrazioni dinamiche.

Le registrazioni di tipo statico permettono di individuare la posizione del mascellare superiore,  la posizione che viene speso indicata come posizione del cranio.

Le registrazioni di tipo dinamico permettono di individuare tutti i movimenti che la mandibola può compiere durante la funzione masticatoria e durante le altre attività fisiologiche.

L’arco facciale serve per eseguire una registrazione statica, indispensabile per posizionare correttamente il modello nell’articolatore, cioè per replicare la posizione esatta del superiore del paziente.

Per registrazione statica si intende una registrazione che dà la posizione del mascellare superiore rispetto all’asse cerniera, cioè quell’asse ideale che unisce i due condili della mandibola. Mediante uno strumento che si chiama arco facciale, strumento ideato da Snow nel 1899.

Nella breve sequenza (Sequenza 1) che segue possiamo schematicamente vedere l’arco facciale inserito nella bocca del paziente con la cera posta sulla forchetta (a), l’arco facciale rimosso dalla bocca del paziente dopo che è stato preso il riferimento dei denti superiori (b), l’arco che riporta nell’articolatore la posizione esatta del superiore del paziente (c), il modello superiore che viene posizionato sull’impronta lasciata dai denti nella cera posta sulla forchetta (d), il modello superiore gessato sull’articolatore (e), l’articolatore completato con l’antagonista (modello inferiore che va in antagonismo con il superiore) lettera (f), possiamo vedere in ultimo il cranio affiancato all’articolatore che evidenzia come nell’articolatore i modelli abbiano la stessa posizione spaziale della bocca del paziente.

Screenshot 2016-08-26 12.41.17

Screenshot 2016-08-26 12.41.28

ARCO FACCIALE SAM

Screenshot 2016-08-26 12.31.39

La speciale geometria ed il meccanismo dell’arco di trasferimento SAM fornisce un bilanciamento automatico del cranio. L’orientamento anatomico del Porion e la tecnica di fissaggio al cranio assicurano un corretto ed estetico trasferimento spaziale del modello mascellare sull’articolatore.

Il reciproco e corretto appoggio sul Porion dell’arco di trasferimento assieme al punto orbitale creano il piano di riferimento di „Francoforte“.

Con la brevettata asta di livellamento integrata nel supporto nasale, è possibile controllare sul paziente il parallelismo della linea interpupillare.

 

 

 

Le informazioni di estetica e funzione possono così essere perfettamente simulate sull’articolatore, sia in campo ortodontico che protesico.

Screenshot 2016-08-26 12.31.33

Il piano orizzontale di Francoforte (FH) rappresenta universalmente il piano di riferimento spaziale dei mascellari del paziente, ma anche dei modelli sull’articolatore. I punti di riferimento del piano di Francoforte (Porion e Orbitale) sono particolarmente pratici vista la loro topografica vicinanza con il piano asse orbitale.Tramite punti di rotazione ottimizzati della meccanica a forbice viene garantito l’immutabile e simmetrico posizionamento della forchetta.

 

 

 

 

 

Di Seguito Vi illustriamo un caso progettato in laboratorio con l’utilizzo delle tecniche sopra citate:

 

arco1

 

 

 

 

 

ARTIC 1

 

ARTIC 2

 

Screenshot 2016-09-14 14.32.23

FINE

 

Segnaliamo un importante evento del settore dove potrete trovare stand dedicati agli argomenti trattati negli articoli proposti.

link per tutte le informazioni sull’evento: http://colloquium.dental

123

 

Newsletter 02.2016

Posted on 15 luglio 2016

Nuove tecnologie dentali:

<La digitalizzazione è un fattore determinante nel mercato dentale ed offre grandi opportunità riguardo le relazioni, o meglio, il dialogo con clienti sia che siano clinici o pazienti, in modo che possa svilupparsi in nuovi modelli di business che siano il più scientifico e intelligente possibile adeguato in questa era di digitalizzazione e nuove tecnologie. La tendenza attuale porta allo sviluppo di un grande interesse per i sistemi digitali tridimensionali che, pur mantenendo come base indispensabile il metodo analogico/manuale, vengono con una sempre maggiore frequenza, integrati nel laboratorio odontotecnico ed ora anche nell’ambulatorio dell’odontoiatra.

Diversi chirurghi odontoiatri utilizzano sistemi di navigazione e progettazione 3D per l’esecuzione dell’implantologia protesicamente guidata. In laboratorio scanner e macchine fresatrici sono sempre più presenti. Non va dimenticato, che tutta questa gamma di nuove tecnologie resta operatore dipendente. Ne consegue che queste tecnologie devono essere guidate da un esperto quale è l’odontotecnico, che è in grado di occuparsi dell’intero ciclo produttivo, conoscendo tutto l’iter operativo.

il mondo digitale sta reinventando la presa delle impronte tramite l’utilizzo di scanner intraorali. Ovviamente il laboratorio ricevendo un’impronta digitale non potrà più sviluppare un modello in gesso e quindi, viene data agli odontotecnici, la possibilità di avere dei modelli ottenuti con sistemi per addizione (stereolitografia) o per sottrazione (fresatura).

questa tecnologia particolarmente versatile per mette di creare oggetti tridimensionali da file precedentemente sviluppati in ambiente CAD o scansionati tramite apposite apparecchiature laser.

Per sua natura questo tipo di processo permette di generare forme altrimenti irrealizzabili con l’ausilio delle tradizionali tecniche produttive.>

#amicidibrugg

Di seguito la documentazione di una caso eseguito in laboratorio con questa metodica:

Screenshot 2016-07-13 15.48.00

Screenshot 2016-07-13 15.48.14

Screenshot 2016-07-13 15.48.25

Screenshot 2016-07-13 15.48.40

Screenshot 2016-07-13 15.48.58

Screenshot 2016-07-13 15.49.10

Screenshot 2016-07-13 15.49.47

Novità del settore:

Stampanti 3d – nuovo sistema multi- talent

Varseo – Stampante 3D specifica per indicazioni odontoiatriche

Screenshot 2016-07-13 16.16.39

BEGO introduce una stampante 3D dotata di uno straordinario sistema di cartucce, sviluppata internamente per l’impiego odontoiatrico. Consente al laboratorio di realizzare le protesi più svariate con resine di elevata qualità. Oltre alla stampante 3D vengono presentati anche i materiali utilizzati, gli strumenti software e i servizi che favoriscono una produzione rapida, semplice ed economica, ad esempio di ferule, mascherine di foratura, cucchiai da impronta personalizzati e strutture per protesi schelettrate CAD/Cast®.

Screenshot 2016-07-13 16.16.18

I diversi materiali concepiti specificamente per la stampante 3D Varseo consentono di realizzare protesi personalizzate in base alle esigenze dei pazienti direttamente nel laboratorio, seguendo le indicazioni degli odontotecnici. Quindi al momento del lancio iniziale sono disponibili quattro resine diverse per la realizzazione di ferule, mascherine di foratura, cucchiai da impronta e strutture per protesi schelettrate CAD/Cast®. Grazie a un sistema di cartucce innovativo le resine possono essere sostituite in pochi secondi. Oltre alla facilità di utilizzo, il sistema di cartucce garantisce un ridotto consumo e una resistenza prolungata dei materiali.

È importante sottolineare l’elevata velocità di costruzione della stampante 3D Varseo – totalmente indipendente dal numero degli elementi da produrre sulla placca.

L’intuitivo display della stampante inoltre mostra all’utente tutti i parametri e fornisce un semplice e rapido accesso a tutte le funzioni fondamentali.

Informazioni dettagliate sugli strumenti software, i servizi offerti e ulteriori indicazioni del sistema caratterizzato da costanti possibilità di espansione saranno disponibili al momento del lancio all’indirizzo www.bego.com/3d-printing -  https://vimeo.com/141037669.

Newsletter 01.2016

Posted on 7 marzo 2016

 

Illustriamo le caratteristiche di un tipo di riabilitazione che offre una soluzione protesica su impianti dentali molto stabile e poco ingombrante.

 Barre su impianti 

Protesi-su-barra

 Vantaggi del trattamento:

Sicurezza chirurgica:

Dopo un’ attenta analisi di 

ceratura funzionale, oggi, grazie alle nuove tecnologie, gli impianti possono essere inseriti senza aprire i tessuti gengivali con la tecnica del flaples trasmucosa assistita computerizzata.

Il software oltre a guidare nell’inserire l’impianto nella zona corretta è di aiuto anche a far comprendere al clinico dove è importante fare rigenerazione ossea.

 

 

Estetica altamente personalizzabile

Con l’implantologia all on 4 applicata alla protesi fissa toronto bridge si riescono ad ottenere soluzioni per edentuli superiori e inferiori, dando il confort dei denti fissi. L’estetica può essere personalizzata seguendo i canoni principali della funzione con l’aiuto  del DSD ( digital smile design) e del framework; inoltre, è possibile valutare l’estetica e la funzione con la tecnica guidata e inserire gli impianti in posizione corretta.

Protesi salda in bocca

La protesi all on 4 rimane saldamente ancorata agli impianti integrati nelle ossa mascellari così il paziente non ha problemi di dislocazione della protesi durante la masticazione o nella pronuncia dei fonemi.

Velocità nel ripristino estetico e funzionale

Utilizzando le tecniche chirurgiche descritte all’inizio dell’articolo, è possibile ottenere una protesi fissa su impianti dentali nell’arco di 24/48 ore dall’inserzione degli impianti.

Intervento mininvasivo

Grazie alla specifiche caratteristiche di questo tipo di protesi è costatato che gli interventi sui pazienti sono meno invasivi e necessitano di un minor numero di sedute e impianti.

 

Vi proponiamo un caso TS4 progettato e realizzato in laboratorio:

 Screenshot 2016-03-04 09.56.50

link diretto al video: https://vimeo.com/157698238

 Se siete interessati ad approfondire l’argomento Vi suggeriamo di visitare il sito della Createch Medical un’azienda di ingegneria dentale che fornisce un’ampia gamma di soluzioni e strutture per le protesi dentali su barra;

di seguito il link:  http://www.createchmedical.com/it/